Migliori franchising ristorazione
Franchising

Migliori franchising ristorazione

Sono molte le persone che desiderano avventurarsi nel settore della ristorazione e la gastronomia, al pari di qualsiasi altro settore, può dare enormi soddisfazioni. Oggi il franchising permette di aprire un ristorante investendo anche poco denaro ma ci sono ristoranti nei quali bisogna impiegare risorse di denaro molto elevate. Vuoi anche tu aprire un ristorante in franchising? In questa guida si parla dei migliori franchising ristorazione.

Che tu sia alle prime armi oppure hai molta esperienza nella gastronomia e hai deciso di investire del denaro per aprire un ristorante in franchising, qui troverai dei consigli su come fare. O, per meglio dire, vedrai quali sono i marchi migliori a cui affidarsi. Certo, inizialmente ci vorranno dei sacrifici enormi ma con costanza si possono avere delle belle soddisfazioni. Detto questo, andiamo a vedere quali sono i ristoranti in franchising che si sono in giro.



Rossopomodoro

In Italia ci sono migliaia di pizzerie e la qualità determina il successo del locale. Con Rossopomodoro si va sul sicuro perché la qualità di queste pizzerie è molto alta e non potrebbe essere altrimenti se si tratta di un franchising di successo e oltretutto la loro storia inizia ben 30 anni fa a Napoli. Da allora se ne è fatta di strada e forse anche tu vuoi farne un po’ anche con loro, vero? Se è così, di seguito vedrai come aprire un ristorante in franchising con Rossopomodoro.

Innanzitutto, per richiedere il franchising devi andare sul sito e cliccare sulla scritta Franchising. Se desideri aprire una pizzeria in Italia devi inviare una e-mail a Daniele Russo il quale è il responsabile per quanto riguarda la apertura dei locali in Italia. Se invece desideri aprire all’estero la cosa diventa un po’ complicata soprattutto perché si ha a che fare con la burocrazia di un altro Stato. All’estero Rossopomodoro è presente soprattutto all’Interno di Eataly, la catena di negozi del made in Italy più importante del mondo.

Per quanto riguarda la parte economica, che sicuramente interessa molto di più delle altre cose, è bene avere a disposizione qualche centinaio di migliaia di Euro. E questo perché la fee di ingresso arriva già a 50 mila Euro, poi si aggiungono le royalties che sono il 4% sul fatturato e l’1% che riguarda il contributo per la comunicazione (cioè la pubblicità tramite che può avvenire tramite volantini, radio, televisione o internet.

McDonald’s

Da quando Ray Kroc ha fondato McDonald’s lasciando i fratelli omonimi senza un centesimo, i ristoranti fast food si sono diffusi in tutto il mondo ed oggi sono presenti praticamente in tutti continenti. La grande “M” che si innalza dai fast food ormai accompagna l’uomo fin da bambino ed è, quindi, riconoscibile da chiunque. Dunque investire in McDonald’s è piuttosto sicuro.

In Italia McDonald’s è presenta dal 1985 quando venne aperto il primo ristorante a Bolzano che, però, chiuse nel 1999. Nel 1986 a Roma venne aperto il secondo e oggi in Italia se ne contano a centinaia: basta pensare che nella stazione di Roma Termini sono presenti due a poche centinaia di metri di distanza.

Negli ultimi tempo all’interno dei ristoranti è stato introdotto il bar all’italiana McCafè. Questo investimento da parte della catena ha lo scopo di diversificare l’offerta e incrementare il fatturato. Detto ciò, andiamo a vedere nello specifico come aprire un ristorante McDonald’s che oggi è considerato senza ombra di dubbio tra i migliori franchising ristorazione che ci sono in giro.

I ristoranti franchising sono molto diffusi e anche McDonald’s da’ la possibilità a chi ha davvero tantissimi soldi di aprirne uno. Basti pensare che l’85% dei ristoranti sono in franchising. Ciò non vuol dire che chiunque può aprirlo perché bisogna avere ben determinati requisiti sia personali che finanziari. Per quanto riguarda i primi, in particolare bisogna avere tra i 32 e i 49 , spiccata capacità di gestione del personale, ottime doti di Leadership e un approccio orientato al cliente. Per quanto riguarda i secondi, bisogna avere una capacità finanziaria personale di 200 mila Euro. Bisogna tenere in considerazione che il ristorante costa intorno agli 800 mila Euro. Ciò significa che non è aperto ad una società ma solo una singola persona può avere la concessione. Per maggiori informazioni basta cliccare qui.

Diplomato Perito Tecnico Commerciale presso l'I.T.C. Guglielmo Marconi di Siderno, studente di Economia Aziendale presso l'Università degli Studi della Calabria.